Attaccamento al Controllo: nove modi in cui dai agli altri troppo potere

Attaccamento al controllo. Sei stufo perchè tutti cercano di controllarti?

È facile stancarsi di essere attaccati al controllo. Credono tutti di sapere cosa è meglio per te. Si sentono come se avessero bisogno di approvare ogni decisione che prendi. Credono di essere migliori, più intelligenti e più capaci di te. Per loro, è scontato parare i colpi.

Certo, puoi vedere se è giusto ciò che fai quando c’è qualcuno che ti approva, dico bene? Mostrano la loro ipocrisia in ogni mossa! È frustrante.

E non puoi farli smettere, giusto?

Sbagliato.

Puoi smettere di farti controllare dagli altri e portare via il potere che hanno su di te. La domanda è: sei disposto?

Se sei disposto a bloccare le persone che ti controllano, allora devi guardare a cosa stai facendo nell’incoraggiare e persino assecondare il loro comportamento di controllo. Non puoi cambiare le cose cambiando la persona che ti controlla. Puoi cambiare il loro mondo offrendo loro una persona diversa (te stesso) con cui hanno a che fare, una persona che non sarà controllata da nessuno.

Ecco l’AHA: ti stai offrendo al controllo delle persone nel loro modo di manipolare. Stai sopportando, tollerando di essere attaccato al controlloe di sentirti vittima. Peggio ancora, probabilmente non sei nemmeno consapevole di come lo stai facendo. Questo post ti darà esempi di come permetti a te stesso di essere un obiettivo per queste persone che ti controllano. Quindi, puoi porre fine a questa follia una volta per tutte.

Chiave di consapevolezza: permettere agli altri di controllarti è un’abitudine inconscia. Se lo stai facendo, probabilmente hai imparato a farlo molto tempo fa, quando non avevi la possibilità di fare le tue scelte. In effetti, una o più persone che ti controllano probabilmente ti hanno impedito di prendere decisioni indipendenti e di imparare dai tuoi errori.

In breve, dovevi cedere il tuo potere a qualcuno che era ansioso di dimostrare quanto fosse nel giusto. L’abitudine di dare potere o controllo si trasforma in un attaccamento psicologico. La frustrazione di sentirsi sotto pressione e controllati diventa più uno stile di vita che altro.

Svegliarsi e vedere come si è nelle mani delle persone che ci controllano – entrarci dentro più e più volte, è un’esperienza AHA straordinaria. Una volta che lo vedi, puoi scegliere. Non puoi avere scelta su cose al di fuori della tua consapevolezza cosciente.

L’autore di best seller Stephen R. Covey ha dichiarato: Il nostro personaggio è fondamentalmente un composto delle nostre abitudini. Poiché sono schemi coerenti, spesso inconsci, esprimono costantemente, quotidianamente, il nostro carattere … “

Così….

Dai un’occhiata a queste nove abitudini inconsce che danno potere alle persone che hanno il contro su di te:
Tutti gli esempi sono comuni e completamente reversibili. Tutto ciò che serve è la consapevolezza cosciente e il desiderio di vivere una vita veramente interdipendente. Nota quali scenari di seguito potrebbero applicarsi a te. Quando ne trovi uno che fa al caso tuo, potrebbe darti quella sensazione profonda e intensa che ti infastidisce o ti causa persino ansia. Potrebbe anche farti arrabbiare o infastidirti da voler trovare un motivo per cui dirti che non è colpa tua.

Avanti comunque! Sapere come ti stai offrendo al controllo delle persone è il passo fondamentale per superare questo attaccamento psicologico.

  1. Trascurare o rifiutare di prenderti cura di te stesso
    Se non ti prendi cura di te stesso, mandi un messaggio inconscio agli altri. Il messaggio è: non posso prendermi cura di me stesso, quindi per favore prenditi cura di me. Questo invita le persone controllanti a intervenire e dirti cosa dovresti fare. Li invita anche a tormentarti per rimetterti in sesto. Stai invitando gli altri al controllo trascurando te stesso.
  2. Ribellarsi è un invito a essere controllati
    I ribelli emotivi sono maestri nell’essere controllati. Quando l’autorità genuina chiama, i ribelli resistono, il che invita a un maggiore intervento da parte dei responsabili. Allinea 10 dipendenti. Nove di loro seguono le regole e collaborano tra loro. Uno è un ribelle. Chi viene monitorato più da vicino? Il ribelle. Il ribelle invita più autorità nella sua vita di chiunque altro. Chiede di essere controllato.

Odia l’autorità, ma inconsciamente invita l’autorità a scendere su di lui ogni giorno. In fondo, odia davvero l’autorità o cerca di esserne controllato? Tutti e due. Quando il controllo delle persone ha autorità su di te, il ribelle non fa che peggiorare le cose.

  1. Il mancato rispetto dei propri doveri offre un’opportunità alle persone che vogliono controllarti
    Hai accettato di fare certe cose. Non le fai. Cosa succede dopo? Ti confronti. Qualcuno viene da te, chiedendoti di mantenere la parola data. Non facendo ciò che accetti di fare, inviti gli altri a intervenire e prendersi cura di te. Le persone che controllano amano l’opportunità di chiedere ciò che gli devi.
  2. Chiedere a una guida non necessaria
    Hai mai conosciuto qualcuno che chiede in modo compulsivo aiuto per fare cose che potrebbe fare altrettanto bene da solo? A volte questo è un invito alla compagnia. Ma se lo fai costantemente, chiedi agli altri di assumersi la responsabilità. Quando capita che gli altri ti controllino naturalmente, ci sei tu per consentirlo.
  3. Stagnare nell’insicurezza
    Se hai paura di commettere errori e di essere ritenuto responsabile, probabilmente inviterai le persone che ti controllano a subentrare e prendere il tuo posto. Temere gli errori significa temere l’inevitabile. Tutti li commettono. Le persone intelligenti sono grate per gli errori fatti, perché gli errori ti aiutano a imparare, il che ti rende più indipendente.
  4. Non posso dire di no
    Configurazione enorme per cedere il potere e sentirsi trascinati dalle vicende quotidiane. Quando non sai dire di no e dovresti, sei automaticamente sovraesteso. Quindi, ovviamente, le persone si aspettano che le segua. Quando non lo fai, iniziano a infastidirti.
  5. Non esprimere la tua opinione offre alle persone che controllano la possibilità di farlo per te
    Un modo sicuro per garantire che le persone che controllano abbiano tutto il potere è nascondere i tuoi pensieri, sentimenti e opinioni, assicurandoti di non avere voce in capitolo su ciò che sta accadendo. In questo modo, accetti l’ordine del giorno di coloro che sono disposti a parlare. Hanno il potere e tu sei alla loro mercé in virtù della tua silenziosa obbedienza.

8. Invitare le persone che controllano nella tua vita
Potresti semplicemente essere attratto da persone a cui piace controllare gli altri. Questi tipi di manipolatori possono sembrare più potenti, indipendenti, carismatici e più sicuri di te. Se hai un desiderio inconscio di essere controllato, potresti non sentirti a tuo agio con qualcuno che si aspetta che tu prenda le tue decisioni e che ne sia responsabile.

  1. Mancanza di consapevolezza dei sentimenti
    I sentimenti sono una parte indispensabile del processo decisionale. I sentimenti chiari riflettono i tuoi valori e ti danno una base sicura nella vita. Se non sei in contatto con i tuoi sentimenti, potresti non avere un’idea chiara di dove ti trovi.

Ad esempio, qualcuno ti chiede di fare qualcosa per cui non ti senti a tuo agio. Il tuo disagio è vago e lo respingi, non volendo affrontarlo. Incapace di essere chiaro sui tuoi sentimenti, è più probabile che li ignori e fai e basta senza pensarci!

Questo è rischioso. È questo livello di repressione che ti spinge a soccombere alle pressioni o a prendere decisioni basate sulle priorità altrui.

Tutto si riduce a questo …
Il risultato finale di questi mezzi subconsci o sottili per invitare più persone che ti controllano nella tua vita è quello di finire per sentirti impotente, vittima del controllo delle persone e delle circostanze. Se ti senti in questo modo, come se la tua vita non fosse la tua, allora potresti avere un attaccamento all’essere controllato.

In altre parole, alla fine è auto-sabotaggio. Un attaccamento subconscio all’essere controllati che ti fa cercare ambienti e persone che ti controllino, odiando coscientemente ogni minuto vissuto.

Se ti piace questo articolo, metti mi piace alla pagina Facebook per tenere il passo con tutti gli articoli o dai un’occhiata ai nostri corsi certificati di sviluppo personale o ai percorsi per fare della crescita personale il tuo lavoro!