Come ti procuri l’ansia?

Come ti procuri l’ansia?

La quantità di nuova tecnologia che è emersa negli ultimi 30 anni è sbalorditiva. Di conseguenza, le nostre vite sono cambiate radicalmente.

Eppure milioni di persone negli Stati Uniti soffrono di varie paure e ansie. Anche quelli di noi che soffrono non abbastanza da vedersi diagnosticato un “disturbo d’ansia” provano di tanto in tanto sentimenti di paura indesiderati e inutili. Ed ovviamente in questo articolo si parla a questi tra noi che producono emozioni inutili, laddove non si necessita di una cura medica ma di una strategia differente.

Nonostante tutta questa nuova tecnologia hardware e software, la tecnologia del cambiamento personale efficace è ancora relativamente sconosciuta.

Il fatto è che quando impari la PNL, tutto il tuo modo di vedere il mondo cambia. Ciò che agli altri sembra un problema irrisolvibile ti apparirà modificabile! Solo ad esempio, ecco la descrizione di una donna con la fobia del volo, presa direttamente dal sito web del National Institute of Mental Health:

Sono spaventata a morte dal volare, e non lo faccio. Comincio a temere un viaggio in aereo dal mese prima della partenza. È una sensazione terribile quando la porta dell’aereo si chiude e mi sento intrappolata. Il mio cuore batte forte e sudo.

Quando l’aeroplano inizia a salire, si rafforza soltanto la sensazione di non poter uscire. Quando penso al volo, mi immagino di perdere il controllo, e arrampicarmi sulle pareti, ma ovviamente non l’ho mai fatto.

Non ho paura di schiantarmi o di trovare turbolenze. È solo la sensazione di restare intrappolata. Ogni volta che ho pensato di cambiare lavoro, ho dovuto prima pensare: “Sarei stressata per i voli?” In questo periodo vado solo in posti dove posso guidare o prendere un treno. I miei amici sottolineano sempre che non posso scendere da un treno che viaggia ad alta velocità, quindi perché i treni invece non mi danno fastidio? Dico solo che non è una paura razionale.

Fonte: http://www.nimh.nih.gov/health/publications/anxiety-disorders/complete-index.shtml

Se non sei formato in PNL, probabilmente non è immediatamente ovvio per te cosa faresti in una situazione di disagio. Quindi prenditi un momento per porti questa domanda: qual è la strategia che questa persona usa per alimentare la paura del volo? Come fa a sentirsi spaventata quando vola?

La paura non arriva da sola.
Facciamo delle immagini nella nostra mente (visive), ci raccontiamo cose (uditive) e immaginiamo di fare cose e poi proviamo paura
(cinestesica) . Questo è il modello VAK in PNL, il modo in cui rappresentiamo le cose all’interno in termini di informazioni visive, uditive e cinestesiche. Abbiamo strategie specifiche per fare le cose, entrambe le cose di cui beneficiamo come i nostri punti di forza, e cose che preferiremmo non sperimentare.

Non c’è nulla di sbagliato nella persona menzionata sopra. Sta semplicemente rappresentando le cose nella sua mente in un modo che la rende spaventata. Il suo cervello funziona perfettamente. Proprio come i gadget high tech delle nostre vite che spesso ci frustrano quando inseriamo le informazioni sbagliate o le digitiamo nella sequenza sbagliata, semplicemente non otteniamo i risultati desiderati.

Hai capito ora come funziona la sua strategia nella paura di volare ancora? Ci sono in realtà un numero di cose che potrei indicarti, ma non voglio rovinarti l’esperimento, quindi te ne darò solo una:

Quando penso al volo, mi immagino di perdere il controllo, andando fuori di testa e arrampicandomi sulle pareti, ma ovviamente non l’ho mai fatto. Non ho paura di schiantarmi o di trovare una turbolenza. È solo la sensazione di essere intrappolata.

Ecco la sua strategia, esposta in bella vista per chiunque abbia occhi addestrati alla PNL per vederla …

Per farsi paura, si ritrova a perdere il controllo, andando fuori di testa e arrampicandosi sulle pareti dell’aereo, e poi sente di essere intrappolata. Per cambiare strategia, avrebbe potuto fare una serie di cose. Per esempio, immaginarsi seduta lì tranquillamente, forse godendosi la compagnia di qualcuno seduto accanto a lei. In effetti, fare qualcosa di diverso sarebbe un buon inizio!

Ci sono più indizi PNL nel paragrafo sopra. Puoi individuarli?
Ad esempio, quali àncore accendono questa strategia per lei e le danno la sensazione di essere intrappolata? Quali domande vorresti fare per ottenere maggiori informazioni su come questa persona fa quello che fa?

Esercizio: pensa a qualcosa che ti rende spaventato. Se vuoi insegnare la tua “strategia di angoscia” a qualcun altro in modo che possa diventare ansioso al tuo posto, quale sarebbe il primo passo, e il secondo, ecc …quali sono le sequenze di pensieri concatenati?

Quando ti alleni in PNL, inizi a individuare queste sequenze ovunque! La formazione sulla PNL è come aggiornare la tua mente agli ultimi software high-tech, dandoti la possibilità di vedere soluzioni in situazioni in cui altre persone non hanno idea di cosa fare, sia quando interagiscono con gli altri che quando si lavora sul proprio sviluppo personale. Per saperne di più sulla formazione PNL puoi cliccare qui ora:http://it.inlpcenter.org