5 modi per recuperare le tue emozioni positive perdute

Se ritieni che le emozioni negative siano le uniche che le persone evitano, considera quanto segue.

Uno studio psicologico ha recentemente confermato che la depressione non è causata dalla semplice presenza di uno stato d’animo negativo. C’è un altro fattore enorme e trascurato.

Questo fattore è evitare le emozioni positive che già produci .

In altre parole, ognuno di noi sperimenta emozioni positive naturali che vogliono affiorare ogni singolo giorno. Qui succede qualcosa di sbalorditivo.

Quando le emozioni positive iniziano a entrare in circolo, vengono represse!

Ecco lo scenario:

Diciamo per farla semplice che cucini per colazione delle uova meravigliose. E senti un sottile desiderio di celebrare questo piccolo successo sentendoti alla grande. Quando quella sensazione di gioia personale inizia ad emergere, senti una voce negativa nella tua testa che dice:

Non essere idiota. Sono solo uova.
Sei patetico se gioisci per cosi poco con tutte le cose a cui dovresti pensare!
Attento ora, accade perchè se inizi a sentirti bene, potresti perdere il controllo di te stesso.
Sì, ma presto succederà qualcosa di difficile da risolvere durante la giornata quindi meglio non concentrarsi sul misero piatto riuscito perfettamente!

E addio al sentirsi bene anche solo per un attimo.

La vita è tutt’altro che perfetta, eppure ci sono ancora tante cose per cui sentirsi bene. Perché non ci soffermiamo li più spesso? Perché evitiamo le nostre emozioni positive come se fossero una sorta di malattia?

Gli attaccamenti psicologici negativi sono la migliore spiegazione di cui abbia mai sentito parlare. Tuttavia, saltiamo il “perché” e arriviamo subito ai modi in cui puoi riportare il benessere nella tua vita.

  1. Realizza quello che stai facendo
    Lascia il pilota automatico e renditi conto che stai parlando di sentirti bene. Diventa consapevole delle voci negative nella tua testa – non combatterle – ringraziale per tutto ciò di cui sono preoccupate e invita tranquillamente quella bella sensazione a tornare.

Potrebbe richiedere un po ‘di pratica, ma funzionerà. Quando capisci che stai allontando via qualcosa di utile, semplicemente smetti di farlo.

Se le voci negative sono persistenti, allora hai un ostacolo da affrontare, ecco tutto. Puoi imparare a gestirle.

Scopri la causa principale dell’auto-sabotaggio e come risolverlo in questo video gratuito.

  1. Entraci dentro
    Ci sono due modi per provare qualsiasi cosa. 1) Possiamo essere completamente immersi in quella cosa: vedere, udire e provare quella situazione in piena presenza. Oppure 2) Possiamo assumere una prospettiva da osservatore, più distaccata come se guardassimo la nostra esperienza su uno schermo cinematografico “li lontano”.

Entrambi i modi hanno vantaggi e svantaggi. Quando si tratta di esperienze positive, ti consigliamo di immergerti dentroe per goderne. Osservare te stesso divertendoti ti fa sentire connesso.

Molte persone imparano presto a disconnettersi e guardare la propria vita che scorre. Questo può servire per evitare di provare il dolore, ma spesso ti porta alla lunga a evitare anche il piacere.

Quindi, mentalmente ed emotivamente entra – immergiti – in esperienze positive, stai nel qui e ora e nei tuoi bei ricordi.

  1. Trova i motivi per sentirti bene
    Se hai difficoltà a sentirti bene, trova una ragione. Non fingere solo di avere una ragione. Trovane uno nel mondo reale e rendila facile per te .

Ad esempio, se devi lavare i piatti o mettere ordine a casa fai prima un patto con te stesso: “dopo aver lavato i piatti farò un respiro profondo e rilassante e sarà molto orgoglioso di aver portato a termine il compito e potrà godermi il tempo libero”. Parti sempre da piccole cose quando ti alleni su argomenti del genere per poi andare più nel profondo successivamente.

Semplice.

Se devi andare a lavorare, fai un patto simile. Concordo con me stesso sul fatto che quando avrò concluso la riunione mi prenderò un momento per congratularmi con me stesso su come è andata la giornata e di averla conclusa così responsabilmente come volevo.

Facile.

Dopotutto, fare ciò che dobbiamo fare ogni giorno richiede energia e impegno. Soddisfa bisogni preziosi. Perché non ci consentiamo di goderne?

  1. Impara a farti un complimento
    Rifiuti di farti dei complimenti? Esistono due modi per rifiutare un complimento: dall’esterno o dall’interno. Ovviamente puoi fare entrambe le cose.

Quando qualcuno ti dice che hai fatto un ottimo lavoro .

Se hai un rifiuto esterno, rispondi di norma dicendo qualcosa del tipo: “Oh, grazie ma figurati. Sono riuscito a malapena. “

Se fai un rifiuto interno, potresti accettare gentilmente il complimento, ma rimproverarti internamente. Potresti dire qualcosa del tipo: ” Se solo sapessero quanto sono incompetente. “

Esercitati a dare alle persone il merito di avere un’alta opinione di te. Dì a te stesso: Ho appena ricevuto un complimento sincero. Lascialo entrare … “

Se non riesci a farlo, potresti avere un attaccamento al rifiuto.

  1. Identifica la tua attività FULL ON
    La maggior parte di noi ha almeno una cosa che può fare per sentirsi bene, senza alcun contraccolpo interno. Spesso è un’attività che richiede una tale concentrazione che non abbiamo spazio e tempo per lamentarci di noi stessi mentre la eseguiamo. La chiamo attività FULL ON.

Per me è andare in bici, quando sono sul sellino tutta la mia attenzione è proiettata all’esterno per evitare i pericoli e sentirmi al sicuro.

Qual’è la tua? Se non ne hai una, trovane una! Scopri un’attività che ti piace e che richiede tutta la tua attenzione.

Qual è la tua attività FULL ON?Quanto è importante ?
Gli studi dimostrano che la felicità allunga la tua vita.

Trova un modo per sentirti bene. Puoi farlo, perché la felicità è una cosa dentro e fuori di te e TU puoi assolutamente imparare a controllare ciò che accade dentro di te.

Per saperne di più su come l’auto-sabotaggio e su cosa fare al riguardo, dai un’occhiata ai nostri corsi di formazione personale online –